#HATETRACKERS

#HATETRACKERS

Educare alle fake news e contrastare l’hate speech online con metodologie di tracciamento

5 K

studenti e giovani italiani
coinvolti nel progetto

200

classi della scuola secondaria
aderenti al progetto

9

gruppi territoriali attivi in 3 città italiane
per la formazione sull'hate speech

Un progetto realizzato per combattere l’hate speech online in Italia attraverso l’educazione alle fake news, che coinvolge attivamente i giovani e le scuole nelle operazioni di tracciamento dei discorsi d’odio diffusi nel Web.

AIUTACI A FERMARE L'HATE SPEECH

CONTESTO
UN PAESE COLPITO DAL DISCORSO D’ODIO
E DALLE FAKE NEWS

L’hate speech nel nostro Paese è ormai una realtà consolidata, alimentato dal crescente utilizzo di internet e dalla proliferazione delle fake news; il Web ha infatti la più alta incidenza di comportamenti razzisti (84%), rispetto ai mezzi di comunicazione tradizionali (ISTAT, 2011). Spesso ci si trova impreparati per affrontarlo, perché non si conoscono a fondo le dinamiche che permettono la sua diffusione in rete e si tende a vivere l’attacco come un problema individuale. Invece, è importante rendersi conto che solo attraverso un'azione congiunta è possibile evitare che il discorso d'odio si diffonda senza controllo e che le persone a noi care ne subiscano le conseguenze.  

OBIETTIVI
EDUCARE I GIOVANI AL RICONOSCIMENTO DELL’HATE SPEECH ONLINE

Il progetto #hatetrackers, che partirà nel 2020, nasce con l’obiettivo di combattere la diffusione dell’hate speech online, aumentando la capacità dei giovani e delle comunità di reagire al discorso d’odio. Attraverso il coinvolgimento di studenti delle scuole secondarie e universitari, degli insegnanti e di tutti coloro che si occupano della crescita dei ragazzi - come i genitori, gli allenatori sportivi, gli educatori e le autorità religiose - verranno costruite proposte di attivazione online e offline per contrastare la diffusione sul territorio del discorso d’odio e delle fake news.

COME AGIAMO
LABORATORI INTERATTIVI SULL’HATE SPEECH PER I GIOVANI
LABORATORI INTERATTIVI 
SULL’HATE SPEECH PER I GIOVANI

Per combattere in modo efficace la diffusione del discorso d’odio in rete, il progetto propone metodologie partecipative, che si integrano nel contesto scolastico e in quelli più ampi della famiglia e del quartiere. Saranno attivati percorsi educativi all’interno delle classi e laboratori extracurriculari, dedicati al dibattito intorno ai temi dell’hate speech, dell'analisi e del riconoscimento delle fake news. Verranno organizzate attività interattive specifiche, volte ad analizzare contesti diversi e casi particolari, col fine di elaborare proposte di azioni immediatamente realizzabili.

       

RISULTATI
COSTRUIRE UNA SOCIETÀ PIÙ INCLUSIVA PARTENDO DAI GIOVANI 

Con #hatetrackers vogliamo coinvolgere oltre cinquemila studenti delle scuole italiane nei percorsi didattici e laboratoriali proposti, per diffondere una cultura della non discriminazione fondata sul riconoscimento delle fake news e dei discorsi d’odio online. Numerose attività proposte saranno integrate da eventi culturali e momenti di mobilitazioni per la difesa dei diritti umani. Sono inoltre previsti percorsi specifici con metodologie innovative per insegnanti e gruppi di lavoro sul contrasto al discorso d’odio e alla diffusione delle fake news in almeno tre città.

       

ALTRE TIPOLOGIE DI DONAZIONE

Intestare a

Cifa ONLUS

Via Ugo Foscolo, 3 - 10126 Torino

Causale: indicare il progetto

Bonifico bancario

Banca Unicredit Spa

IBAN IT34Q0200801005000102087969

SWIFT UNICRITM180

Bollettino postale

Poste Italiane Spa     C/C 50829423

IBAN IT84U0760110300000050829423

SWIFT BPPIITRRXXX

'