SINCE

SINCE

Lotta all’immigrazione giovanile in Etiopia con programmi di inclusione sociale.

517

giovani disoccupati hanno trovato un lavoro

35

imprese private coinvolte nel progetto

1,6 K

giovani hanno avuto accesso alla formazione professionale

Un progetto che combatte l’immigrazione dei giovani dell’Amhara, in Etiopia, attraverso programmi di inclusione sociale e inserimento lavorativo, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito dello European Emergency Trust Fund for Africa.

 AIUTACI A FERMARE
L'IMMIGRAZIONE GIOVANILE 
IN ETIOPIA

CONTESTO
L'IMMIGRAZIONE DEI GIOVANI
ETIOPI

L’immigrazione irregolare nei paesi Arabi, è un fenomeno che coinvolge ogni anno migliaia di etiopi, provenienti soprattutto dalla regione dell’Amhara. Questi migranti sono spesso giovani di età compresa tra i 20 e i 34 anni; una fascia di popolazione che rappresenta il nucleo della forza lavoro del Paese di origine. Oltre ai problemi degli abusi e delle violenze che comporta, l’immigrazione irregolare costituisce quindi anche una problematica per lo sviluppo socio-economico dell’area. La recente espansione dei settori tessile, edile e delle infrastrutture etiopi necessitano nuove competenze, sempre più difficili da trovare per l’assenza di giovani, unita allo scarso livello di formazione diffuso.

OBIETTIVI
L' INCLUSIONE SOCIALE PER CONTRASTARE L'IMMIGRAZIONE

Con Since vogliamo ridurre i rischi della migrazione irregolare dei giovani etiopi, attraverso l’aumento dell’occupazione giovanile in un contesto di scarse opportunità economiche. L’obiettivo del progetto è promuovere l’inclusione sociale dei giovani, rafforzando il sistema della formazione professionale, facilitandone l’assunzione nei settori più rilevanti per lo sviluppo della regione. È parte integrante del progetto anche un programma di sensibilizzazione volto alla diffusione di una cultura che rispetti i diritti dei giovani e di una maggiore conoscenza delle problematiche che l'immigrazione comporta.

COME AGIAMO
FAVORIRE LO SVILUPPO
SOCIO-ECONOMICO IN ETIOPIA

Per favorire l’inclusione dei giovani nel mercato del lavoro e nella comunità, abbiamo creato un centro per l’impiego, che rappresenta oggi il punto di riferimento per le aziende e i potenziali dipendenti, facilitando l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro. Nello specifico, il progetto agisce:

  • rafforzando il sistema, sia pubblico che privato, della formazione professionale per creare le competenze richieste dalle aziende che investono nell’area;
  • indirizzando i giovani verso una formazione professionale di qualità, così da aumentarne le possibilità di impiego;
  • offrendo corsi di formazione specifici per le aziende sui diritti dei lavoratori, con un focus sulle questioni di genere.

 

RISULTATI
PIÙ GIOVANI IMPIEGATI,
MENO IMMIGRAZIONE

Con Since, contribuiamo alla riduzione dell’immigrazione irregolare dei giovani etiopi attraverso diversi strumenti e programmi dedicati ai lavoratori e alle aziende. Fino ad oggi abbiamo dato vita a numerose soluzioni, tra cui:

  • il potenziamento di 3 scuole di formazione professionale, che ha permesso il miglioramento dell’offerta formativa
  • la creazione di un centro per l’impiego pubblico, per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, grazie alla costruzione di un solido partenariato pubblico privato. 
  • l’erogazione di formazione di qualità per oltre 1.500 giovani completata da borse di lavoro, apprendistati e voucher 
  • la produzione di report scientifici sulle potenzialità dei distretti industriali, realizzati per fornire un quadro sullo sviluppo locale agli attori pubblici e privati.

 

TESTIMONIANZE
STORIE DI INCLUSIONE SOCIALE E SPERANZA NEL FUTURO
FEVEN

Feven è nata da una famiglia poverissima di Dessie e ha iniziato a lavorare a 8 anni vendendo limoni per strada per contribuire al sostentamento della famiglia. A 18 anni è migrata in Arabia Saudita, dove è rimasta per quattro anni di duro lavoro, prima di essere rimpatriata. L’opportunità di dare una svolta alla propria vita è arrivata grazie al progetto, che le ha permesso di trovare un buon lavoro nel settore tessile. Ora può studiare e realizzare il suo sogno: diventare fashion designer.

ANWAR

Come tanti giovani etiopi, Anwar è stato disoccupato per molti anni dopo gli studi secondari e non riusciva a dare un aiuto alla propria famiglia. Ha scoperto il progetto grazie agli annunci presenti nella sua città e si è iscritto con l’obiettivo di specializzarsi e trovare un impiego. È stato ammesso al programma e ha superato con successo gli esami di fine corso. Oggi lavora nel settore edile e grazie al buono stipendio, può mantenere la famiglia. Vuole aprire un’attività tutta sua, per assumere altri giovani che, come lui, vogliono costruirsi una vita dignitosa.

FAIZAH

Dopo essere stato rimpatriato in Etiopia, Faizah è tornato nel suo villaggio e ha partecipato ad un corso di formazione per diventare carpentiere, portandolo a termine con impegno. Nonostante le competenze acquisite, non riusciva a trovare lavoro a causa della scarsità di informazioni sulle aziende edili della regione. Quando ha saputo dell’esistenza del centro per l’impiego è venuto ad informarsi e in meno di tre mesi ha trovato un lavoro stabile. Per lui “l’aiuto del centro è stato cruciale; mi hanno aiutato a scrivere il curriculum e mi hanno messo subito in contatto con le aziende della zona.

ALTRE TIPOLOGIE DI DONAZIONE

Intestare a

Cifa ONLUS

Via Ugo Foscolo, 3 - 10126 Torino

Causale: indicare il progetto

Bonifico bancario

Banca Unicredit Spa

IBAN IT34Q0200801005000102087969

SWIFT UNICRITM180

Bollettino postale

Poste Italiane Spa     C/C 50829423

IBAN IT84U0760110300000050829423

SWIFT BPPIITRRXXX

'