Programma di accesso all’educazione per le ragazze di Wuchale, in Etiopia

30

ragazze hanno ultimato la scuola secondaria

13

ragazze laureate

160

giovani protette dalle pratiche nocive tradizionali

 

Garantire alle bambine e alle ragazze di Wuchale la possibilità di studiare. Dal 2012 il progetto ha sostenuto oltre 200 bambine: ogni anno 100 possono frequentare regolarmente la scuola primaria, altre 30, con risultati scolastici eccellenti, sono accolte presso la residenza scolastica del progetto e hanno la possibilità di frequentare la scuola secondaria. Al termine della secondaria hanno accesso all’università. La residenza scolastica nasce per annullare la distanza casa scuola che renderebbe impossibile frequentare la secondaria.

Sostieni il diritto allo studio delle ragazze di Wuchale

 

obiettivo

 

Garantire un reale accesso all’istruzione alle bambine beneficiare del progetto, sostenendo la scolarizzazione femminile in una realtà, l’Etiopia, dove troppo spesso le donne, fin da piccole, faticano ad avere accesso all’istruzione, strumento prezioso per un futuro dignitoso. L’obiettivo è garantire l’accesso continuativo all’istruzione a 160 giovani studentesse, di cui 100 frequentano la scuola primaria, 30 la secondaria e 30 sono iscritte all’università.

contesto

 

La regione dell’Amhara, nel nord Etiopia, è una regione che presenta povertà diffusa, insicurezza alimentare, disgregazione sociale e difficoltà nell’accesso all’istruzione. Il tasso di povertà infantile è pari al 34%. L’accesso all’istruzione primaria, secondo il rapporto Unicef 2011 sulla condizione dell’Infanzia nel mondo, presenta un Paese dove la frequenza scolastica nella fascia primaria è in linea con i dati nazionali (75,6%). Drammatici sono invece i dati sull’istruzione secondaria: solo il 21,2 % delle ragazze frequenta la scuola.

come agiamo

 

Il progetto fornisce a 100 bambine della scuola primaria tutto l’occorrente per andare a scuola, monitorando il loro andamento scolastico. La residenza scolastica accoglie le 30 ragazze che frequentano la scuola secondaria. Il mantenimento e il sostegno allo studio sono a carico del progetto, pur richiedendo alle ragazze un ruolo attivo nella gestione della “casa”. Le ragazze iscritte all’università in varie città dell’Etiopia ricevono un sostegno economico mensile per far fronte alle spese correnti. Eventi comunitari e premiazioni delle studentesse più meritevoli sono organizzati per valorizzare il loro ruolo all’interno della comunità.

risultati

 

Il progetto intende aumentare il livello della frequenza scolastica delle bambine alla scuola superiore. Facilitare l’accesso alla scuola secondaria alle ragazze che hanno ottimi risultati scolastici al termine della primaria e che sarebbero costrette ad abbandonare la scuola a causa della distanza tra la casa e la scuola. Sostenere l’istruzione universitaria per le ragazze che completano con risultati positivi il percorso di istruzione secondaria. Intende infine valorizzare le capacità e il ruolo delle donne all’interno delle comunità.

birtukan

“Grazie ai buoni risultati ottenuti alla fine della scuola primaria, sono stata selezionata per il progetto Tutte a scuola. Ho vissuto 4 anni nell’ostello e ho studiato tanto. Sono stata una delle studentesse migliori al liceo. Sono stata ammessa all’Università di Addis Abeba. Oggi frequento il 4° anno della Facoltà di Biotecnologie. Voglio diventare una scienziata per produrre medicinali accessibili a tutti. Il mio sogno si sta avverando.”

 

mulu

La storia di Mulu è la storia di una giovane orfana che, nonostante gli ottimi voti, ha dovuto abbandonare gli studi mentre frequentava la scuola primaria. Non avendo le possibilità economiche per tornare sui banchi di scuola, il sogno di poter studiare non era più alla sua portata. Qualche anno dopo, selezionata dal progetto, ha avuto accesso agli studi secondari ed è poi riuscita ad accedere all'Università di Addis Abeba laureandosi in Fisica Applicata. Oggi è dipendente dell'Università e studia per il Master.

 

Desta

"Mi chiamo Desta, ho 18 anni. Prima di essere inserita nel progetto vivevo a 12 ore di cammino dalla scuola; mi piace studiare, specialmente scienze. Grazie al progetto posso vivere nell’ostello e convivere con altre ragazze, con cui si è creato un rapporto speciale. Vorrei diventare medico e lavorare per la mia gente."

 

Altri modi per donare

Intestare a

Cifa Onlus
Via Ugo Foscolo3, 10126 Torino

Causale: indica il progetto

 
Bonifico bancario

Banca Unicredit Spa
IBAN IT34Q0200801005000102087969
SWIFT UNICRITM180
 

 
Bollettino postale

C/C 50829423
Poste Italiane Spa
IBAN IT84U0760110300000050829423
SWIFT BPPIITRRXXX

 

CIFA ONG

Via Ugo Foscolo 3 10126 Torino

+390114338059

Inserendo la tua mail acconsenti al trattamento dei dati. Leggi la nostra privacy policy.